Benvenuta/o    Accedi
Carrello

Hai 0 articoli

Vai al Carrello

Una casa hygge o come trasformare la tua abitazione in un rifugio felice


Il termine danese hygge non ha una traduzione letterale ma trae origine probabilmente dal germanico hyggja, che risale al XIX secolo e vuol dire sentirsi soddisfatti. Con questa parola si descrive la filosofia tipica dei Paesi scandinavi, che riguarda l’armonia, il benessere, la gratitudine. Forse è per questo che il popolo danese è uno dei più felici al mondo, perché ha scoperto l’importanza delle cose semplici e di ritagliarsi tempo per sé, senza lasciarsi affannare da ritmi frenetici e stress.
Uno stile che si applica alla vita quotidiana ma si riflette anche sul modo di vivere la casa, pensata per il piacere di ritrovarsi, stare bene con se stessi e con gli altri. Proprio i danesi che sono costretti a trascorrere lunghe giornate al buio, hanno pensato a come trasformare l’ambiente domestico in un rifugio e in un luogo di condivisione attraverso una serie di accorgimenti. 

Arreda  la casa con elementi naturali. Un arredo semplice nel rispetto degli abitanti e degli ospiti, senza eccedere nel superfluo. In pratica la sintesi dello stile nordico: tanto legno e materiali naturali, piante, grandi finestre per far entrare la luce, colori chiari. Ogni scelta segue il desiderio di circondarsi di natura e armonia, di vivere momenti di piacere e condivisione. Ecco perché in una casa in stile hygge non manca mai un grande divano dove accoccolarsi o chiacchierare con amici, una cucina accogliente, angoli dedicati al relax, come vedremo più avanti. Perché “sentirsi bene a casa” è la regola numero uno.

Una casa dove stare bene è una casa che parla di te. Si può ad esempio decidere di riempire le pareti con foto, da quelle con antenati a quelle più recenti che ritraggono gli abitanti. Puoi scegliere di sistemarle in modo ordinato o alla rinfusa, ciò che conta è circondarsi di vita e ricordi, ritrovando a ogni sguardo te stesso, le tue origini e il tuo futuro.

Ottieni un’atmosfera rilassante, giocando magari con l’illuminazione e alternando le lampade in vari punti della casa, meglio se con luci calde. Ad esempio mettendo una nell’ingresso renderai più dolce il rientro dopo una lunga giornata di lavoro, mentre la luce dell’abat-jour del salotto, se tenuta bassa e soffusa, renderà la stanza più invitante. Per avere un ambiente che predispone alla tranquillità, opta per lampadine schermate e accessori per regolare l’intensità, così potrai scegliere l’effetto che desideri, luminoso o più intimo e raccolto.
Da non  dimenticare le candele, uno dei simboli dello stile hygge. Possono essere sistemate sul tavolo della cucina ma anche sulle mensole o in bagno per creare suggestivi angoli décor, pieni di intensità. Osservare la fiamma della candela equivale a un vero e proprio esercizio di meditazione, che arresta il flusso dei pensieri e conduce a uno stato di calma. Prima di andare a letto, aiuta a prevenire l’insonnia. Perché non provare?

Vivi il momento (e spegni lo smartphone) Sii presente a te stesso, qui e ora, recita il manifesto hygge. Crea un luogo dove fermarti, ascoltando musica o leggendo. Orienta la lampada per la lettura, ordina i tuoi dischi per averli a portata di mano, sistema nel modo più comodo la tua poltrona preferita. Se il tempo lo consente, puoi realizzare un angolo di pace anche sul terrazzo di casa. Porta con te plaid e cuscini per rendere tutto più confortevole. Porta con te anche qualche dolcino per coccolarti fino in fondo e tieni il cellulare spento, questo momento è solo per te.
Accogli in casa gli amici Invita familiari e amici per una cena informale o una nuova tradizione, che siano giochi di società o un cineforum. Un solo invitato o tanti, quello che conta è condividere, stare insieme, raccontarsi. Rendi la casa più accogliente con piccoli accorgimenti: fiori freschi, una tovaglia pulita e stirata, candele e asciugamani profumati. Ogni dettaglio è importante per dimostrare il piacere di ospitare. Poi goditi la serata. Se siete a cena scegli un tavolo rotondo così da incoraggiare la conversazione tra tutti gli invitati e se ci sono bambini predisponi uno spazio per loro, così vi lasceranno liberi di chiacchierare.

Dedicati a hobby e passioni. Crea un angolo fai da te per le decorazioni. Non farti mancare niente: forbici, colla, carte colorate, oggetti di riciclo. Puoi realizzare semplici addobbi seguendo le stagioni dell’anno o secondo il tuo estro: ad esempio ghirlande con fiori e rami con nastri e palline. Realizza uno spazio anche per i bambini. Sarà divertente creare qualcosa insieme e trasmettere loro la cura e l’amore per l’ambiente in cui vivono.
Crea il tuo nido Passo dopo passo, la casa diviene sempre più un nido. Scegli i tessili più adatti per ottenere un effetto cocooning, un bozzolo appunto. Se d’estate prevalgono tessuti freschi e colori chiari, d’inverno saranno morbidi e pelosi con nuance più scure, mentre i tappeti saranno spessi e a pelo lungo per camminare liberamente scalzi. Il letto si veste in base alla stagione, dal fresco lino a soffici imbottiture in piuma d’oca. Aggiungi tanti cuscini per risvegliarti nel massimo confort nelle mattine senza sveglia. Se hai dei bambini, ecco un prontuario di idee per renderli sicuri, indipendenti e felici. Hygge: il metodo danese per crescere figli sereni inizia da casa
 
Fonte: idealista.it - Houzz