Benvenuta/o    Login
Carrello

Hai 0 articoli

Vai al Carrello

Arredamento d’esterno in rattan: naturalezza, semplicità ed eleganza.

rattan-img
Se stai cercando nuove idee per arredare con semplicità e raffinatezza, ti informo che la ricerca è finita!!! La risposta a tutti i tuoi problemi di arredamento è il rattan e noi di casamatastore, esperti nel settore, vi accompagneremo in questo viaggio spiegando nei dettagli e da ogni punto di vista questo fantastico materiale costruttivo; ma cerchiamo di partire con ordine rispondendo alle domande più comuni e frequenti per chi si avvicina al mondo dell’arredamento in rattan e in polyrattan.

Che cos’è il rattan?

Direi che sia il caso di partire spiegando cosa sia il rattan naturale, questo è un intreccio di fibre che si ottengono da diverse piante autoctone di zone tropicali, il cui clima notevolmente caldo e umido permette di ottenere un materiale naturale resistente alle intemperie e di grande gusto ed eleganza. La raccolta e la lavorazione di questo materiale è particolarmente comune nel sud-est Asiatico e in tutti i paesi dell’estremo Oriente, dove dal fusto di queste piante vengono ricavate delle fibre che a seconda delle tradizioni e degli usi del paese in cui vengono lavorate si otterranno prodotti differenti -. Dalla lavorazione delle piante vengono ricavati formati vari, che assumono altrettanti nomi come la Canna di bambù, il Giunco o il Manao.
Ciò che differenzia questi modelli è l’intreccio che permette di trasformare con abilità materiali intrinsecamente "poveri", cioè ricavati a costo zero dall'ambiente naturale, in sorprendenti e raffinati prodotti frutto della sapienza artigiana dell’uomo.

Laddove la natura si ferma arriva l’uomo con la sua tecnologia per darle una spinta, infatti accanto al rattan naturale si fa spazio un nuovo materiale in fibra sintetica che imita nell’aspetto il rattan ma che ha le caratteristiche di resistenza di un polimero tecnologico.  Il “rattan sintetico”, detto anche “ecorattan” o “polyrattan”, è costituito da polietilene ad alta densità ed è l'unica fibra che dà le opportune garanzie di durata perché ingegnerizzata appositamente per stare in giardino. Attenzione però a non confondere il polietilene con altre soluzioni materiche come pvc o similari in quanto per questi ultimi tipi non esistono garanzie: si seccano al sole, diventando scolorite e sono estremamente sensibili sia al caldo sia al gelo.

Il rattan è un materiale ecologico?

Le fibre naturali rappresentano il futuro per tendenza e stile e allo stesso tempo strizzando l’occhio all’ecosostenibilità. Non solo perché sono un materiale vivo e organico e del tutto biodegradabile, ma anche perché la sua lavorazione è a impatto zero sul clima, mantenendo intatta la salute e la stabilità degli ecosistemi naturali specifici. E’ opportuno ricordare che il processo di lavorazione del rattan naturale non è mai stato industrializzato e che sfrutta ancora il lavoro di esperti operai che con mani esperte riescono ancora a confezionare bellissimi complementi d’arredo come: tavoli e sedie in rattan, set divani con poltrone e tavolini, arricchiti da cuscini comodi e funzionali, oppure ancora, sdraio o letti e chaise longue, per ogni gusto e stile.

Richiede manutenzione?

I mobili da esterno in rattan hanno una necessità di manutenzione minima. Infatti, il rattan è il materiale più adatto a sopportare i degradi degli agenti atmosferici anche perché viene ricavato come già detto da legno e foglie di palma e di altri alberi simili, lavorati poi ad intreccio per comporre tele resistenti, usate per confezionare praticamente ogni cosa. Proprio questa lavorazione ad intreccio rende impossibile evitare che si accumuli la polvere (e spesso anche lo sporco) tra un interstizio e l’altro, ma non è certo necessario rinunciare a questa bellezza decorativa solo perché si crede che siano difficili da pulire. Per la pulizia settimanale, si comincia spolverando con una spazzola per abiti o con un panno pulito per evitare che la polvere si annidi troppo in profondità, quindi si può usare uno straccio sul quale è stato spruzzato del detergente, l’ideale è sottoporre gli oggetti ad un lavaggio con acqua e detergenti per legno

Le lavorazioni a intreccio che caratterizzano il rattan oggi vengono realizzate anche in materiali sintetici, derivati della plastica. Sono materiali di altissima qualità, che hanno il vantaggio di una resistenza maggiore agli agenti atmosferici, quindi per la pulizia di questi materiali puoi usare anche un prodotto dall’azione più intensiva, come sgrassatori e detergenti concentrati che rimuovono velocemente lo sporco causato da polvere, smog e fuliggine. Basta una spruzzata e una passata con la spugna, nelle aree critiche si può intervenire con una spazzola morbida, magari da bucato, e infine si risciacqua abbondantemente con acqua corrente!

Scopri i nostri mobili e complementi d'arredo in rattan naturale. Clicca qui
Powered by Passepartout