Benvenuta/o    Login
Carrello

Hai 0 articoli

Vai al Carrello

Funzionalità e design: ecco 6 consigli per arredare l'ufficio

Come arredare ufficio

Il luogo di lavoro deve tramettere serenità e sicurezza: ecco alcune idee per arredare l'ufficio, senza tralasciare il proprio gusto personale.

L’ufficio è il regno di chi lavora per buona parte della giornata, ma è anche il luogo dove si ricevono potenziali clienti e si creano nuovi contatti. È per questo che l’arredamento deve essere ben studiato in tutti i dettagli.

La scelta dell’illuminazione

Più che un vezzo di design, le luci sono un fattore tecnico da ponderare bene quando si arreda un ufficio: una buona illuminazione è necessaria per lavorare bene e non stancare la vista. L’ideale sarebbe prevedere, in fase di progettazione, grandi finestre, vetrate o lucernari, per garantire la luce naturale, che è dimostrato renda più produttivi. Nei giorni più bui, poi, si può prevedere una serie di fluorescenti tubolari e LED. Il trucco design? Puntare una lampada ad arco su un tavolo tondo da riunione, per stimolare lo scambio di idee.

Sedie e scrivanie

Se sono previste più postazioni di lavoro, le scrivanie lineari sono la scelta migliore. Se invece si tratta di arredare un ufficio singolo, le opzioni sono tantissime, e spesso rispecchiano i gusti del professionista: si può optare per una scrivania semplice in stile industrial, una scrivania classica e quasi vintage dai piedi panciuti, o una scrivania unica e originale, come questa in stile aviatore. L’importante è che esprima al meglio la personalità di chi la usa. Al bando le scrivanie asettiche! E, se si sceglie uno stile minimal, la si può arricchire con una sedia in velluto, o con una lampada da tavolo di design.

La sala d’aspetto

È sempre bene prevedere una piccola sala d’aspetto per i clienti, magari con un colore differente delle pareti e da arricchire con decorazioni particolari. Un esempio? Tele e quadri, statue o grandi orologi.

Storage e librerie

Non solo documenti, ma anche libri universitari e riviste storiche sull’argomento: prevedere un angolo storage è importante per l’organizzazione, ma anche per lo stile. E non è detto che le cassettiere debbano essere noiose e tutte bianche: si può optare per un armadio con tanti scompartimenti in stile industrial, o per una vetrinetta vintage o shabby.

Le pareti

Si possono dividere gli spazi di un open space con diversi colori, carte da parati o fantasie, magari seguendo la psicologia dei colori: ad esempio, lo sapete che il rosso aumenta la produttività? Un’alternativa può essere prevedere i loghi aziendali sulla parete centrale, per brandizzare il proprio spazio.

Uno spazio ricreativo

Non si può tralasciare un piccolo spazio ricreativo, per ricevere i clienti in modo informale o garantire momenti di pausa ai dipendenti: basta un angolo con un tavolino e qualche sedia, una piccola macchina per il caffè e un distributore per l’acqua. Gli accessori da break? Magari brandizzati, oppure semplicemente abbinati al contesto: farà davvero la differenza.




Leggi anche:


Come scegliere le luci in casa

Home Decor: come scegliere busti e statue per decorare casa

Quali saranno le tendenze Home Design e arredamento 2018? 
Powered by Passepartout